Il software CrossOver può già eseguire giochi e app Windows sui nuovi Apple Silicon Mac

Mentre le principali società di software di virtualizzazione come Parallels, WMware e Docker stanno sviluppando soluzioni che consentiranno agli utenti di eseguire software Windows su Apple Silicon Mac, lo sviluppatore CodeWeavers ha affermato che il suo software CrossOver è già in grado di eseguire app e giochi Windows sul nuovo M1-powered MacBook Air, Mac mini e MacBook Pro da 13 pollici.

Secondo lo sviluppatore di CodeWeavers Brendan Shanks, la loro soluzione CrossOver e Wine ora può eseguire app e giochi Windows a 32 e 64 bit sui nuovi Mac Apple Silicon. Esatto, sono stati in grado di far funzionare Win32/64 su WINE sulla tecnologia Rosetta di Apple. A differenza di altre soluzioni di virtualizzazione che richiedono un’installazione completa di Windows, CrossOver non richiede un’intera installazione di Windows per eseguire app e giochi di Windows.

Il logo ufficiale di Apple per la sua tecnologia Rosetta 2 in macOS Big Sur

Jeremy White di CodeWeaver ha spiegato in un post sul blog che sono stati in grado di avviare CrossOver e installare ed eseguire una vasta gamma di applicazioni Windows dopo aver installato la versione beta di Big Sur 11.1. Attualmente stanno mettendo insieme un elenco di app Windows che funzionano.

Ecco Among Us in esecuzione su CrossOver.

“Non posso dirti quanto sia bello”, scrive White sul post del blog. “C’è così tanta emulazione sotto le coperte. Immagina: un binario Intel Windows a 32 bit, in esecuzione in un bridge da 32 a 64 in Wine/CrossOver su macOS, su una CPU ARM che emula x86 – e funziona! Ecco un breve video di Team Fortress 2 in esecuzione su Crossover su un MacBook Air M1 con 8 GB di RAM e 256 GB di memoria flash.

Anche se “non è perfetto” e l’FPS è dappertutto, osserva White, funziona. Incredibilmente, è stabile considerando che si tratta fondamentalmente di codice Intel X86 eseguito da Wine tramite Rosetta 2. “Penso che abbiamo del lavoro da fare su questo fronte”, ha detto del ritardo dovuto al sovraccarico di Rosetta.

Come accennato, altre società di virtualizzazione stanno lavorando su soluzioni Windows per Mac M1.

Parallels ha affermato di aver compiuto “enormi progressi” nel portare la capacità di eseguire Windows su Mac con tecnologia M1 insieme a macOS nel suo software Parallels Desktop. VMWare ha anche confermato che sta lavorando su una versione migliorata di M1 della sua macchina virtuale. Tuttavia, nessuna delle due società direbbe quando la sua rispettiva soluzione per i Mac M1 potrebbe essere pronta per la prima serata.

Lascia un commento